Manufacturing Technologies for Fashion, Art and Design

D-house laboratorio urbano presenta D-refashion lab



D-house laboratorio urbano presenta D-refashion lab

il nuovo progetto di upcycling

che propone d’intervenire sull’overstock

attraverso l’applicazione creativa delle tecnologie più avanzate


D-house nel mese di giugno lancerà D-refashion lab che ha come obiettivo la rivisitazione, attraverso l’applicazione creativa delle tecnologie più avanzate, dei capi invenduti per ridare loro una seconda vita. Il progetto nasce da un’idea di Loreto di Rienzo – direttore D-house laboratorio urbano – e Stefano Micelli – Professore di Economia e Gestione delle Imprese all’Università Ca’Foscari di Venezia- e con Marina Spadafora nella veste di sustainability advisor. Attraverso le tecnologie di D-house e la collaborazione di fashion designer, interior designer, artisti e creativi, l’azienda propone 4 diversi tipi di “pacchetti di personalizzazione” e, grazie al team grafico, il progetto D-refashion lab offre la possibilità di vedere, in anteprima digitale, le diverse possibilità di customizzazione. Questo metodo permette di ridurre gli sprechi di materiale e di impostare una linea di produzione più consapevole, di contribuire a una diversa percezione del lavoro tecnologico e artigianale e suggerire nuovi modelli di consumo. Il kick off del progetto D-refashion lab sarà il 24 giugno in D-house laboratorio urbano a Milano. Durante l’evento, il visitatore sperimenterà le possibilità applicative delle tecnologie Dyloan per rispondere al problema dello stock invenduto.