logo-dyloan
Manufacturing Technologies for Fashion, Art and Design

Moda Futuribile a Pitti Immagine Filati 82

19.1.2018

Pitti Immagine Filati 82 | 24 - 26 Gennaio 2018
Padiglione Centrale – Piano Inferiore – Stand Q/8

 

 

MODA FUTURIBILE è un progetto promosso da Dyloan Studio con l’obiettivo di valorizzare le eccellenze del sistema moda mediante lo sviluppo di manufatti che siano l’espressione dei know-how e delle sinergie progettuali, frutto di un incontro tra aziende produttive e creativi. Un progetto di collaborazione che coinvolge l’intera filiera: i designer, le filature, i maglifici e le aziende manifatturiere specializzate nell ’utilizzo di nuove tecnologie. I risultati ottenuti rappresentano la capacità degli attori di trovare soluzioni alternative per l’ottimizzazione di servizi, per la realizzazione di nuovi prodotti e per lo sviluppo di nuovi segmenti di mercato.

 

MODA FUTURIBILE rappresenta la ricerca trasversale che non si limita all’ esplorazione delle tendenze della singola stagione, ma si propone come punto di partenza per le nuove e possibili evoluzioni anche nel mondo della maglieria.

 

L’obiettivo è la valorizzazione del processo creativo nella sua integrità, sviluppato a partire dagli input progettuali e di prodotto messi a disposizione dalle aziende manifatturiere nella loro dimensione più tecnica, e declinato secondo un’interpretazione più estetica attraverso la visione stilistica del designer. Il rapporto stretto e necessario tra manifattura e progettista è in tal modo messo in evidenza attraverso un incontro virtuoso: da un lato le competenze prettamente tecniche che esulano da una vera e propria interpretazione estetica e di tendenza, dall’ altro la capacità di traduzione in un linguaggio formale finalizzato all’ incontro dei parametri estetici, tipici di una collezione di moda.

 

 

 

In questa edizione il progetto Moda Futuribile propone il focus sulla sostenibilità, non limitandosi ad un approccio eco-sostenibile, ma ampliandosi all’ integrità del sistema e dei processi, educando a una progettazione critica attraverso la realizzazione di manufatti che sono il frutto della collaborazione di un’intera filiera produttiva del sistema moda.

 

I progetti sono delle vere e proprie storie raccontate con il fine di trasmettere e mostrare la reale applicabilità dei principi della sostenibilità, secondo 4 aree di approfondimento:

 

MATERIALI

 

PROCESSI

 

SISTEMI

 

VALORI

 

 

 

 

CLOSED CYCLE
ATTORI: Botto Giuseppe, SerieNumerica, Bond Factory

CLOSED CYCLE è un progetto che propone un outfit “slow fashion”, creato senza produrre scarti, interamente realizzato con macchine a mano e filati certificati Cradle to Cradle (a ciclo chiuso). Questa certificazione assicura l’assenza totale di rischi ambientali e salutari per l’essere umano, l’eliminazione del concetto di rifiuto tossico e non, e la selezione di materiali sicuri sia per i sistemi naturali sia per quelli umani, caratteristiche che portano di conseguenza alla realizzazione di un prodotto durevole e di qualità, che a sua volta ha come scopo ultimo la riduzione degli acquisti e la sensibilizzazione del consumatore.

 

UP CYCLE
ATTORI: Millefili, Bond Factory, Tiziano Guardini

UP CYCLE è un progetto che consiste nel riuso creativo dei telini in maglia destinati al campionario e alle cartelle colore. I telini vengono tagliati e riassemblati dando vita a un vero e proprio capo d’abbigliamento. È un processo che tenta di prevenire il problema del riciclo di materiale, tramite un suo immediato riutilizzo, riuscendo a ridurre i costi di smaltimento degli elementi di scarto e la produzione di nuovi oggetti.

 

TECHNICAL BIO-BASED
ATTORI: Lactae Hevea, Fulgar, Santoni, Roveda, Bond Factory, Alon Siman-tov

TECHNICAL BIO-BASED pone l’attenzione sui processi di produzione dei filati tecnici che oggi possono essere realizzati utilizzando basi a basso impatto ambientale provenienti da filiere di varia natura, siano essi di origine vegetale oppure derivanti dal riciclaggio di materiali di scarto o da prodotti giunti al termine del proprio ciclo di vita.

 

KIND METHOD
ATTORI: Botto Giuseppe, UmbriaVerde, Tintoria Ferrini, Bond Factory, Giulia Bortoli

KIND METHOD pone l’attenzione sull’impatto negativo dei processi di tintura industriale a base chimica dei capi d’abbigliamento, preferendo il metodo del tinto in capo con tinture a base di elementi vegetali. Questa scelta consente di ridurre i processi di tintura, che vengono limitati solamente alla quantità di filato realmente necessaria per creare il capo di abbigliamento desiderato. Inoltre, l’utilizzo di filati certificati Cradle to Cradle (a ciclo chiuso) assicura l’assenza totale di rischi ambientali e salutari per l’essere umano, l’eliminazione del concetto di rifiuto tossico e non, e la selezione di materiali sicuri sia per i sistemi naturali sia per quelli umani. 

 

VALUABLE SUPPLY CHAIN
ATTORI: LaneCardate, Volcar, Bond Factory, Vittorio Branchizio

VALUABLE SUPPLY CHAIN  è un progetto che presta molta attenzione agli attori coinvolti in un processo produttivo. Quest’ultimi devono operare in modo sostenibile dall’assortimento delle materie prime, ai processi produttivi e di distribuzione. Le filosofie aziendali degli attori coinvolti sono caratterizzate dai valori necessari per creare una filiera produttiva virtuosa.

 

ZERO KM SUPPLY CHAIN
ATTORI: Aquilana, ITV Denim, Bond Factory, Fashion Academy Pianeta Moda

ZERO KM SUPPLY CHAIN è un progetto che si sviluppa interamente nella regione dell’Abruzzo, dall’approvvigionamento delle materie prime fino alla confezione del prodotto finito. Questo tipo di sistema è stato reso possibile grazie alla collaborazione fra la Fashion Academy Pianeta Moda e aziende leader del settore presenti sul territorio. La loro collaborazione ha dato vita a una filiera produttiva a Km0, valorizzando il territorio, la sua cultura, i suoi prodotti e permettendo lo sviluppo di un’economia sostenibile con la conseguente riduzione di spese e sprechi.

 

CULTURAL AESTHETIC

ATTORI: ArteViva, Bond Factory, H.And Studio, Carmina Campus

CULTURAL AESTHETIC è un progetto in cui viene rivitalizzata e attualizzata la cultura del prodotto artigianale in serie limitata, con lo scopo di crearne una declinazione coerente con la realtà contemporanea e più vicina alle dinamiche di mercato, che permetta quindi alla cultura di un saper fare specifico di continuare a produrre un indotto positivo sul territorio in cui opera, salvaguardandone il tessuto sociale ed economico.

 

Guarda le nostre edizioni precedenti:

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

  • Facebook Black Round
  • LinkedIn Black Round
  • YouTube Black Round
Newsletter