Manufacturing Technologies for Fashion, Art and Design

Moda Futuribile a Pitti Immagine Filati 80

30.1.2017

Pitti Immagine Filati 80 | 25 - 27 Gennaio 2017
Padiglione Centrale – Piano Inferiore – Stand Q/23

 

 

MODA FUTURIBILE è un progetto promosso da Dyloan Studio con l’obiettivo di valorizzare le eccellenze del sistema moda mediante lo sviluppo di manufatti che siano l’espressione dei know-how e delle sinergie progettuali, frutto di un incontro tra aziende produttive e creativi. Un progetto di collaborazione che coinvolge l’intera filiera: i designer, le filature, i maglifici e le aziende manifatturiere specializzate nell’utilizzo di nuove tecnologie. I risultati ottenuti rappresentano la capacità degli attori di trovare soluzioni alternative per l’ottimizzazione di servizi, per la realizzazione di nuovi prodotti e per lo sviluppo di nuovi segmenti di mercato.

 

MODA FUTURIBILE rappresenta la ricerca trasversale che non si limita all’esplorazione delle tendenze della singola stagione, ma si propone come punto di partenza per le nuove e possibili evoluzioni anche nel mondo della maglieria.Il focus di questa edizione di MODA FUTURIBILE a Pitti Immagine Filati 80 è Manufactury Allure, inteso come valorizzazione del processo creativo nella sua integrità. Esso viene sviluppato a partire dagli input progettuali e di prodotto presentati dalle aziende manifatturiere nella loro più sintetica espressione in riferimento alle proprie capacità tecniche. Successivamente si procede con un’interpretazione nella loro dimensione più estetica passando attraverso la personale visione di uno stilista, capace di tradurne il contenuto più materico e tecnico in stile.

 

L’obiettivo è quindi la valorizzazione degli step progettuali che avvengono nella creazione del prodotto moda attraverso quelli che concretamente consistono in veri e propri input di prodotto dalla forte connotazione tecnologica. Questi ultimi necessitano di una grande capacità stilistica per poter essere interpretati in una chiave leggibile dall’interlocutore reale del prodotto finito che spesso non possiede le capacità per comprenderne il valore intrinseco.

 

Il rapporto stretto e necessario tra manifattura e progettista è in tal modo messo in evidenza attraverso un incontro virtuoso: da un lato le competenze prettamente tecniche che esulano da una vera e propria interpretazione estetica e di tendenza, dall’altro la capacità di traduzione in un linguaggio formale finalizzato all’incontro dei parametri estetici, tipici di una collezione di moda.

 

L’intera filiera è coinvolta per la realizzazione di manufatti che possano divenire interessanti spunti progettuali per designer e stilisti: le migliori filature forniscono i loro materiali; i maglifici si occupano della realizzazione dei semilavorati e dei prodotti in maglia; le aziende manifatturiere si occupano dell’implementazione tecnologica su materiali, semilavorati e prodotti finiti.

 

La particolarità del progetto sarà poi raccontata dalle modalità costruttive e soprattutto dalle tecnologie che potranno essere utilizzate dai progettisti, tutte unitamente alle tradizionali lavorazioni manuali tipiche del prodotto moda: la termosaldatura sia come costruzione dei prodotti o dei semilavorati, sia come accoppiatura per la combinazione della maglia con materiali particolari come pelle, tessuto, reti o film polimerici; il laser come strumento di taglio o come strumento decorativo; l’ultrasuono per finiture innovative; la termoformatura per alterare la bidimensionalità dei materiali generando volumi, sia strutturali che decorativi; tecniche di irrigidimento dei materiali per creare strutture e volumi o per creare consistenze particolari; diverse tipologie di ricami; le stampe digitali, serigrafiche, sublimatiche.

 

ALBERTO ZAMBELLI

 

Alberto Zambelli e il suo stile minimal decorativo incontra una nuova tridimensionalità attraverso la sperimentazione e le tecniche Dyloan. La maglieria in Merinos Cashwool 2/30 di Zegna Baruffa Lane Borgosesia dai volumi importanti traduce macrofloreali e sensuali sovrapposizioni in speciali rilievi ottenuti con tecniche di termoformatura. Spalmature inox cimano fondi definendo dinamici perimetri e imbottiture in alta definizione laserano geometrie che guardano a Sonia Delaunay. Il popeline bianco viene iconizzato e accoppiato a tulle nude in disegnature che scontornano arabeschi decorativi.

 

 

 

DYLOAN STUDIO

 

Il focus di questa stagione viene affrontato nella sua dimensione più “cruda”, con una proposta progettuale che si focalizza sulla ricerca materica e sulle lavorazioni applicate alla maglieria, con l’obiettivo di focalizzare l’attenzione sulle possibilità tecniche, che esulano da una declinazione stilistica finita, come spunto progettuale dal quale partire per un più ampio sviluppo estetico. In termini concreti, il progetto raggruppa una serie di campioni a dimostrazione delle capacità puramente tecniche, una raccolta da cui i designer possono attingere per implementarne le peculiarità o per raggiungere un risultato estetico che incontri la propria visione stilistica.

Una nuova tipologia di proposta esibita in un’area ben definita, che segna il passaggio dalla creatività manifatturiera incentrata sulla sperimentazione e sulla comprensione delle tecniche, alla creatività del designer più focalizzata sulla massimizzazione estetica di una tecnica specifica. Ogni campione è realizzato utilizzando materiali già esistenti, messi a disposizione dalle aziende del circuito di MODA FUTURIBILE, e raggruppano le prove, le campionature, e le cartelle materiali delle stagioni passate, da una parte per esaltare il valore della tecnica come competenza e know-how, dall’altra per conferire un elevato valore di prodotto ad un materiale già esistente che diversamente verrebbe dismesso.

 

 

Le collezioni, create dalla sinergia con la Filatura, la Maglieria e le aziende manifatturiere del circuito di MODA FUTURIBILE, saranno interessanti approfondimenti per i visitatori, nonché soluzioni innovative per la manifattura e per le realtà creative che qui avranno l'opportunità di dialogare tra loro. 

FILATI E MATERIALI:

Filati BE.MI.VA.

Cittadini

FIBRE By Dicart Group

Filpucci

Zegna Baruffa Lane Borgosesia

MANUFATTURA:
Bond Factory

 

Guarda le nostre edizioni precedenti:

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Copyright © DYLOAN 2020 Tutti i diritti sono riservati
Bond Factory srl P.Iva 01876580695
Via Di Pietro Adalgiso 31, 33, 35 - 66100 Chieti Scalo (CH)

Ph. +39 0871 574972 - Fax. +39 0871 577225

e-mail. infodyloanstudio@dyloan.org